Energia dalla depurazione delle acque

General Electric ha annunciato il suo primo investimento al di fuori degli Stati Uniti, in una nuova tecnologia che promette di trasformare le acque reflue in energia elettrica.

http://www.youtube.com/watch?v=7S1Wy7CV9bA

Attraverso la propria controllata Energy Technology Venture, GE finanzierà Emefcy, una società israeliana fondata nel 2008 che, applicando il principio delle celle a combustibile microbiologica (MFC) elimina il consumo di energia per il trattamento delle acque reflue, ottenendo produzione diretta di elettricità o produzione di idrogeno.

I vantaggi sono sia economici che ambientali: piuttosto che usare convenzionali processi aerobici ad alta intensità energetica o metano-produttori di digestione anaerobica per il trattamento delle acque reflue, raccolte Emefcy energia rinnovabile direttamente dalle acque di scarico e la immette nella rete elettrica.

Le principali applicazioni iniziali sono per il trattamento delle acque reflue nelle industrie alimentari, delle bevande, farmaceutica e chimica, con un potenziale di mercato complessivo di 10 miliardi di dollari all’anno.

Israele è un importante centro per l’innovazione scientifica, specialmente nel settore delle acque. GE  ha recentemente aperto il suo nuovo multi-disciplinare Centro Ricerche e Sviluppo, ad Haifa. Una dozzina di ricercatori saranno assunti per valutare e lavorare su progetti di tecnologie energetiche pulite, acqua e sanità. Il nuovo Israele Technology Center faciliterà l’introduzione di tecnologie avanzate per GE attraverso partnership con aziende tecnologiche locali e università.

[via Yahoo! finance]

Taggato su: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Per ulteriori informazioni visita la pagina sulla privacy.

Chiudi