Una stalla a tutta energia… rinnovabile

Interessante l’esperienza della Stalla Sociale di Monastier, nel trevisano: quasi il 30% del suo fatturato deriva dalle fonti rinnovabili.

Un impianto a biogas e un impianto fotovoltaico assicurano 2 milioni di euro di fatturato, che hanno consentito di crescere numericamente come soci e come superfici coltivate.

La Stalla Sociale di Monastier  è impegnata da quarant’anni nella produzione di carne bovina, con circa 2.700 capi in allevamento.

Ultimamente ha deciso di “allevare” anche energia rinnovabile: prima, nel 2009, un impianto di codigestione anaerobica con produzione di biogas da 1MW e oggi un impianto fotovoltaico da 110 kW. E tali impianti, oltre ai ricavi economici, hanno portato altri benefici: risparmi negli smaltimenti dei liquami, riduzione dell’impatto ambientale con abbattimento degli odori e degli insetti molesti, disponibilità di “digestato”, di concime di migliore qualità rispetto al mero letame.

http://youtu.be/L–wyxBbnEw

http://www.fast.mi.it/atticonvegni/bioen2010/nichele.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Per ulteriori informazioni visita la pagina sulla privacy.

Chiudi