Batterie dal legno

L’innovazione della Blue Economy di questa settimana riguarda le batterie.

Le batteria al litio sono le più utilizzate e le più performanti, ma la riserva di litio della Terra non è sufficiente a soddisfare la richiesta, soprattutto se il futuro sarà la mobilità elettrica. Abbiamo urgente bisogno di un’alternativa rinnovabile.

Questa alternativa potrebbe provenire dal settore cartario. Ogni albero contiene circa il 20-30 per cento di lignina, un biopolimero che indurisce il legno. Un sottoprodotto della lavorazione della carta è la lisciva nera che contiene grandi quantità di lignina e attualmente viene bruciato per ottenere energia e calore. Ci sono migliori opportunità di utilizzare questo che attualmente è considerato un rifiuto.

Un team di ricerca polacco-svedese ha sviluppato con successo un catodo fatto di lignina per immagazzinare l’elettricità. Non appena sarà individuato l’anodo, la strada  per la produzione di batterie da un materiale rinnovabile sarà spianata, rendendole ampiamente disponibili e abbondanti.

Come sempre, per maggiori informazioni è possibile consultare il sito della Blue Economy o il case history specifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Per ulteriori informazioni visita la pagina sulla privacy.

Chiudi