Trasformare aria in acqua

Lo scarabeo del deserto del Namib lo ha fatto per secoli, semplicemente dando le spalle al vento. Le ali dell’insetto sono coperte di micro protuberanze che gli permettono di carpire l’acqua dall’aria. “Copiando” la natura, un’interessante start-up sta sviluppando una soluzione che permetterà di ricavare acqua dall’aria.

Il co-fondatore della NBD Nano, Miguel Galbez, ha affermato che la sua compagnia – formata da un piccolo team proveniente dal Massachusetts Institute of Technology e dall’Università dell’Illinois di Chicago – sta cercando di copiare il modo di comportarsi di questa creatura. “Abbiamo sviluppato in laboratorio rivestimenti che imitano la schiena dello scarabeo – non abbiamo bisogno di un preesistente corpo idrico [come le altre tecnologie di estrazione dell’acqua], solo di aria.” I potenziali usi vanno dall’auto-riempimento di bottiglie d’acqua e contenitori per acqua potabile, alla creazione di acqua per le centrali elettriche – 80 percento delle quali utilizzano in parte impianti a vapore.

[via GenitronSviluppo]

Taggato su: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Per ulteriori informazioni visita la pagina sulla privacy.

Chiudi