Il pacchetto “appalti” Ue, le novità delle direttive 2014/23/Ue, 2014/24/Ue e 2014/25/Ue

Valorizzazione dei criteri ambientali e sociali negli appalti, ingresso dei sistemi di gestione ambientale, aggiudicazione secondo un criterio di “qualità/prezzo” che tenga conto del costo delle esternalità ambientali nell’intero ciclo di vita dei prodotti, rispetto della normativa ambientale tra i criteri di aggiudicazione.
E inoltre, procedure più flessibili, agevolazioni per le Pmi, codificazione della disciplina degli affidamenti “in house”, digitalizzazione delle procedure con il documento unico di gara europeo, spazio a una regolazione unica delle concessioni.

> leggi tutto su ReteAmbiente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Per ulteriori informazioni visita la pagina sulla privacy.

Chiudi