Nuove attività soggette a prevenzione incendi: la scadenza è ormai prossima

Il DPR 151 del 2011 ha modificato l’elenco delle attività soggette ai controlli dei Vigili del Fuoco, introducendo tre categorie di rischio (A, B e C). Tale provvedimento ha inoltre inserito nuove attività, che prima non erano soggette a controllo da parte dei VVF,  ricollegabili essenzialmente a contesti che presuppongono situazioni di affollamento (es. club privati, campeggi) o di rischio particolarmente elevato.

Per tali attività la scadenza degli adempimenti previsti dal Decreto, inizialmente prevista per il 7 ottobre 2013, è stata spostata al 7 ottobre 2014 (‘art. 38 DL 69/13 “Decreto del Fare”, convertito con Legge 98/2013).

Art. 38 del DL 69/2013 convertito con Legge 98/2013 – Disposizioni in materia di prevenzione incendi

1. Gli enti e i privati di cui all’articolo 11, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151, sono esentati dalla presentazione dell’istanza preliminare di cui all’articolo 3 del citato decreto qualora già in possesso di atti abilitativi riguardanti anche la sussistenza dei requisiti di sicurezza antincendio, rilasciati dalle competenti autorità.
2. Fermo restando quanto previsto al comma 1, i soggetti di cui al medesimo comma presentano l’istanza preliminare di cui all’articolo 3 e l’istanza di cui all’articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica n. 151 del 2011 entro tre anni dalla data di entrata in vigore dello stesso.

Per alcune di queste attività stanno uscendo proprio in questi giorni in Gazzetta Ufficiale le Regole tecniche di riferimento e pertanto è ormai tempo di predisporre senza indugio quanto necessario per  la presentazione delle istanze concernenti i procedimenti di prevenzione incendi.

Riportiamo di seguito l’elenco delle nuove attività e i riferimenti, dove possibile, delle Regole Tecniche di pertinenza (riportate in verde nell’elenco). Per tutte le altre attività, in attesa di Regole Tecniche specifiche, è necessario fare riferimento alle norme generali di prevenzione incendi.

Allo stesso tempo, oltre alle nuove attività, dopo l’entrata in vigore del DPR 151 sono state pubblicate o aggiornate le Regole Tecniche anche per attività già soggette, ad esempio la Regola Tecnica per i rifugi alpini: anche per queste vige la necessità di adeguamenti entro ottobre 2014.

Per qualsiasi necessità, non esitate a contattarci!

Elenco delle nuove attività soggette al controllo di prevenzione incendi

  • Stabilimenti ed impianti ove si producono e/o impiegano gas infiammabili e/o comburenti con quantità globali in ciclo superiori a 25 N m3/h; NB: quelli superiori a 50 N m3/h erano già soggetti ai controlli di prevenzione incendi (attività 1).
  • Impianti di riempimento di gas infiammabili in recipienti mobili compressi con capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 0,75 m3 o disciolti o liquefatti per quantitativi in massa complessivi superiori o uguali a 75 kg (attività 3).
  • Depositi di gas comburenti compressi e/o liquefatti in recipienti mobili per capacità geometrica complessiva superiore o uguale a 3 m3 (attività 5).
  • Centrali di produzione di idrocarburi liquidi e gassosi e di stoccaggio sotterraneo di gas naturale (attività 7).
  • Impianti fissi di distribuzione carburanti per la nautica e l’aeronautica (attività 13).
  • Depositi di sostanze esplodenti classificate come tali dal regolamento di esecuzione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e successive modificazioni (attività 18).
  • Esercizi di vendita di artifici pirotecnici declassificati in “libera vendita” con quantitativi complessivi in vendita e/o deposito con quantitativi in massa superiori a 500 kg, comprensivi degli imballaggi (attività 18).
  • Depositi di cereali e di altre macinazioni con quantitativi in massa superiori a 50.000 kg (attività 28).
  • Stabilimenti ed impianti ove si lavora ero detiene foglia di tabacco con processi di essiccazione con quantitativi globali in ciclo e/o deposito superiore a 5.000 kg (attività 32).
  • Archivi di materiale cartaceo e biblioteche con quantitativi in massa superiori a 5.000 kg (attività 34).
  • Stabilimenti, impianti, depositi ove si producono, impiegano e/o detengono carte fotografiche, calcografiche, eliografiche, cianografiche, pellicole cinematografiche, radiografiche e fotografiche con materiale in lavorazione ero deposito superiore a 5.000 kg (attività 35).
  • Teatri e studi per le riprese cinematografiche e televisive (attività 41).
  • Laboratori per la realizzazione di attrezzerie e scenografie, compresi i relativi depositi, di superficie complessiva superiore a 2.000 m2 (attività 42).
  • Macchine elettriche fisse con presenza di liquidi isolanti combustibili in quantitativi superiori a l m3 (attività 48) – DM 15/07/2014
  • Impianti di cogenerazione di potenza complessiva superiore a 25 kW (attività 49).
  • Officine per la riparazione di veicoli a motore, rimorchi per autoveicoli e carrozzerie di superficie coperta superiore a 300 m2 (attività 53).
  • Officine per la riparazione di materiale rotabile ferroviario, tranviario e di aeromobili di superficie coperta superiore a 1.000 m2 (attività 53).
  • Attività di demolizioni di veicoli e simili con relativi depositi, di superficie superiore a 3000 m2 (attività 55) – DM 01/07/2014
  • Autorimesse adibite al ricovero di mezzi utilizzati per il trasporto di materie fissili speciali e di materie radioattive (art. 5 della L. 1860/62, sostituito dall’art. 2 del DPR 1704/65; art. 21 del D.Lgs. 230/95) (attività 59).
  • Attività assoggettate agli articoli 33 e 52 del D.lgs. 230/1995 e s.m.i. (attività 60).
  • Attività di cui agli articoli 36 e 51 del D.lgs. 230/1995 e s.m.i. che comportano pericoli di radiazioni ionizzanti (attività 60).
  • Centri informatici di elaborazione e/o archiviazione dati con oltre venticinque addetti (attività 64).
  • Locali di spettacolo e di trattenimento in genere, sia a carattere pubblico che privato, con superficie lorda in pianta al chiuso superiore a 200 m2 (attività 65).
  • Impianti e centri sportivi, palestre, sia a carattere pubblico che privato, con capienza superiore a 100 persone, ovvero con superficie lorda in pianta al chiuso superiore a 200 m2 (attività 65).
  • Strutture turistico ricettive nell’aria aperta (campeggi, villaggi turistici, ecc.) con capacità ricettiva superiore a 400 persone (attività 66) – DM 28/02/2014
  • Asili nido con oltre 30 persone presenti (attività 67) – DM 16/04/2014
  • Strutture sanitarie che erogano prestazioni in regime di ricovero residenziale a ciclo continuativo e/o diurno, case di riposo per anziani con oltre 25 posti letto, strutture sanitarie che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale, ivi comprese quelle riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio, di superficie complessiva superiore a 500 m2 (attività 68).
  • Edifici e/o complessi edilizi a uso terziario e/o industriale caratterizzati da promiscuità strutturale e/o dei sistemi delle vie di esodo e/o impiantistica con presenza di persone superiore a 300 unità, ovvero di superficie complessiva superiore a 5000 m2, indipendentemente dal numero di attività costituenti e dalla relativa diversa titolarità (attività 73).
  • Autorimesse pubbliche e private, parcheggi pluriplano e meccanizzati di superficie complessiva coperta superiore a 300 m2 (attività 75).
  • Depositi di mezzi rotabili (treni, tram ecc.) di superficie coperta superiore a 1000 m2 (attività 75).
  • Edifici destinati ad uso civile, con altezza antincendio superiore a 24 m (attività 77).
  • Aerostazioni, stazioni ferroviarie, stazioni marittime, con superficie coperta accessibile al pubblico superiore a 5000 m2 (attività 78) – DM 17/07/2014
  • Metropolitane in tutto o in parte sotterranee (attività 78).
  • lnterporti con superficie superiore a 20.000 m2 (attività 79) – DM. 18/07/2014
  • Gallerie stradali di lunghezza superiore a 500 m (attività 80) – Circolare Ministero n.1 del 29/01/2013
  • Gallerie ferroviarie superiori a 2000 m (attività 80).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Per ulteriori informazioni visita la pagina sulla privacy.

Chiudi