Categorie
Efficienza e risparmio Energia

Raccogliere e analizzare le informazioni sui benefici non energetici

Fresco di stampa un interessante report dell’Aceee in cui viene discusso di come le tecnologie dell’informazione e le reti di comunicazione stanno consentendo nuovi modi di tracciare e analizzare i numerosi benefici del risparmio energetico.

Categorie
Efficienza e risparmio Energia Notizie Risorse idriche Risparmio ed efficienza

Guida ENEA per le scuole efficienti

Pubblicata da ENEA una guida agli interventi di efficienza energetica nelle scuole.

Categorie
Edilizia Efficienza e risparmio Kyoto Notizie Sviluppo locale

Fondo Kyoto: nuovi finanziamenti per efficienza nelle scuole

Il ministro dell’Ambiente Galletti ha firmato il decreto che riapre l’accesso ai finanziamenti agevolati del Fondo rotativo Kyoto, mettendo così a disposizione circa 250 milioni di euro per interventi di efficienza energetica nelle scuole.

Categorie
Energia Notizie

Regione Piemonte: Bandi POR per l’efficienza energetica

Approvati ed operativi i primi bandi a valere sul POR FESR 2014-2020 che riguardando l’efficienza energetica nelle imprese.

Asse IV Energia sostenibile e qualità della vita – Azione IV.4b.2.1 Efficienza energetica ed energia rinnovabile nelle imprese

Sono previste 2 linee di intervento.

Linea A: realizzazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento; interventi per l’aumento dell’efficienza energetica nei processi produttivi; interventi per l’aumento dell’efficienza energetica negli edifici delle imprese; sostituzione di componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza; installazione di nuove linee di produzione ad alta efficienza;

Linea B: installazione di impianti a fonte rinnovabile destinati a soddisfare, in tutto o in parte, il fabbisogno di energia dell’impresa.

Sono definiti i seguenti limiti: per lePMI non energivore (ai sensi del d. lgs. 102/2014), sono ammissibili investimenti di importo minimo pari a 50.000€ e massimo di 3.000.000 €; per le PMI energivore e le GI, sono ammissibili investimenti di importo minimo pari a 100.000 € e massimo di 5.000.000 €. Il termine per la realizzazione degli interventiè di 24 mesi.

L’incentivazione può coprire fino al 100% dei costi ammissibili dell’investimento e si compone di una parte di finanziamento a tasso agevolato, pari almeno all’80% del valore del progetto in termini di costi ammissibili, e di una parte di sovvenzione a fondo perduto, fino ad un massimo del 20% (ma comunque non superiore ad euro 500.000 nel caso di interventi proposti da G.I. e P.M.I. energivore e non superiore ad euro 300.000 per le restanti tipologie di imprese). Il finanziamento a tasso agevolato è dato per il 75% da fondi regionali a tasso zero e per il restante 25% da fondi bancari a tasso agevolato.

> link Finpiemonte

Con riferimento alla stessa azione è in corso di definizione la modalità di adesione al bando per la redazione delle diagnosi energetiche ovvero la realizzazione di un sistema di gestione dell’energia conforme alla ISO 50001, ai sensi della DGR 29 dicembre 2015, n. 22-2723, con finanziamento in conto capitale fino al 50%.

Asse III Competitività dei sistemi produttivi – Azione III.3c.1.1

L’investimento deve riguardare l’acquisizione di attivi materiali e/o immateriali finalizzata alla diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi o la trasformazione radicale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente. Sono previste due linee di intervento: Linea A di intervento per le micro e piccole imprese (MPI), per la quale sono ammissibili gli investimenti di importo minimo pari a€ 50.000 e con durata massima pari a 12 mesi; Linea B di intervento per le medie imprese (MI), per la quale sono ammissibili gli investimenti di importo minimo pari a€ 250.000 e di durata massima 12 mesi.

L’agevolazione consiste in un prestito agevolato di importo fino al 100% delle spese ritenute ammissibili e con le seguenti caratteristiche: 50% risorse POR FESR 2014/2020, a tasso zero (con un limite massimo di€ 750.000); 50% fondi bancari, alle condizioni previste da apposite convenzioni stipulate dagli istituti bancari con Finpiemonte S.p.A. Potranno essere previste maggiorazioni connesse al possesso del rating di legalità, al conseguimento di obiettivi di efficienza energetica/miglioramento delle prestazioni ambientali, con

> link Finpiemonte

Categorie
Energia

Bando sostegno diagnosi energetiche – Piemonte

Pubblicato sul Bollettino Regionale il bando finalizzato a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle PMI o l’adozione di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001.

Categorie
Sostenibilità

H2020 – Climate Action, Environment, Energy Efficiency and Raw Material

Online i materiali dell’info day nazionale sui bandi 2016-2017 inerente al tema “Climate Action, Environment, Energy Efficiency and Raw Material” in Horizon 2020.

Nel corso della giornata informativa è stato presentato il nuovo piano di lavoro 2016-2017 del tema ‘Climate action, environment, resource efficiency and raw materials’di Horizon 2020.
I relatori della Commissione Europea hanno presentato i bandi 2016-2017 con un focus sulle principali tematiche da questi trattate (e.g. Raw materials, economia circolare, acqua e cambiamento climatico). Un intervento è stato dedicato alla partecipazione italiana nel biennio 2014-2015, seguito dalla presentazione del ruolo dei Punti di Contatto Nazionale. Si è parlato inoltre del programma Life 2014-2020, quale ulteriore programma di finanziamento nel settore dell’ambiente.

> vai al sito APRE

Categorie
Efficienza e risparmio Energia Notizie Risparmio ed efficienza

Regione Piemonte: incentivi per audit ed interventi di efficienza

In attuazione dell’avviso del Ministero dello sviluppo economico e del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare che consente alle Regioni e Province autonome di presentare programmi finalizzati a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle piccole e medie aziende, la Regione Piemonte ha approvato il bando regionale specifico, che supporta, oltre agli audit, anche la realizzazione di alcune tipologie di interventi di efficienza.

L’iniziativa del Ministero, prevista dalle norme di recepimento della Direttiva sull’efficienza energetica, mette a disposizione 15 milioni di euro nel 2015 per il cofinanziamento di programmi regionali volti ad incentivare gli audit energetici nelle PMI o l’adozione di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001.

Per la realizzazione degli interventi la Regione metterà a disposizione un finanziamento a tasso agevolato, costituito per l’80% da fondi regionali a tasso zero e per il restante 20% da fondi bancari a tasso convenzionato, fino a coprire il 100% delle spese sostenute per la realizzazione di almeno due interventi tra quelli consigliati. A seguito della formalizzazione dell’accordo con il ministero dello Sviluppo economico verrà quindi attivato lo sportello per la richiesta di contributi, prevedibilmente quindi verso ottobre.

Oltre alla diagnosi, come accennato, il bando supporta anche alcuni interventi di efficienza:

1. Interventi di efficienza energetica

  1. installazione di impianti di cogenerazione ad elevato rendimento;
  2. interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica nei processi produttivi, diretta a ridurre l’incidenza energetica sul prodotto finale, tali da determinare un significativo risparmio annuo di energia primaria;
  3. interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica degli edifici nell’unità locale;
  4. sostituzione puntuale di sistemi e componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza;
  5. installazione di nuove linee di produzione ad alta efficienza;

2. Interventi di installazione di impianti a fonti rinnovabili a condizione che l’energia prodotta sia destinata al soddisfacimento, in tutto o in parte, del fabbisogno di energia dell’unità locale.

Come accade in questi casi, viste le risorse a disposizione, è bene ragionare sin d’ora in modo da poter essere tempestivi nella risposta al bando, quando sarà attivato lo sportello.

Non esitate pertanto a contattarci, per qualunque chiarimento.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

 

Categorie
Notizie Sostenibilità Turismo

Turismo “sostenibile”: al via i finanziamenti

Pubblicato il DM relativo al Decreto Cultura ed un bando della Regione Piemonte per interventi di riqualificazione energetica delle strutture turistico-alberghiere.

Categorie
Efficienza e risparmio Energia Notizie

Finalmente più chiare le regole per ESCO ed E.G.E.

Il decreto interdirettoriale del 12 maggio ha approvato gli schemi, predisposti da ACCREDIA, di certificazione ed accreditamento per la conformità alle norme tecniche relative alle “Società che forniscono servizi energetici” (ESCO), agli Esperti in Gestione dell’Energia (EGE), ai Sistemi di Gestione dell’Energia (SGE).

In vista anche della scadenza di fine anno per gli adempimenti riguardanti le diagnosi energetiche per grandi imprese ed imprese energivore, vengono riallineate le modalità di certificazione dei soggetti preposti alle diverse funzioni, facendo maggiore chiarezza sui percorsi di certificazione, la cui mancanza rischiava di generare percorsi diversi, con perdita del valore aggiunto di chi, invece, si era impegnato in maniera seria sull’argomento.

> vedi gli schemi sul sito del Ministero

E’ stato anche pubblicato l’avviso del Ministero dello sviluppo economico e del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare che consente alle Regioni e Province autonome di presentare programmi finalizzati a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle piccole e medie aziende. L’iniziativa, prevista dalle norme di recepimento della Direttiva sull’efficienza energetica, <a href="http://www.mise Read More Here.gov.it/index.php/it/incentivi/energia/diagnosi-energetiche” target=”_blank”>mette a disposizione 15 milioni di euro nel 2015 per il cofinanziamento di programmi regionali volti ad incentivare gli audit energetici nelle PMI o l’adozione di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001.

Riportiamo inoltre un riassunto degli adempimenti in scadenza a inizio dicembre.

https://www.slideshare.net/slideshow/embed_code/key/iQ3aSot0a6J1V0

Diagnosi energetica: obblighi per le grandi imprese from Dario Di Santo
Categorie
Notizie Sostenibilità

Cento milioni per i Piccoli Comuni

Sottoscritta da ANCI e dal Ministero la convenzione per la gestione di cento milioni di euro in tre anni stanziati dal decreto Sblocca Italia, destinati ai centri con meno di 5.000 abitanti, in regola con i vincoli di finanza pubblica, per “nuovi progetti d’interventi” suddivisi in tre aree:

  • manutenzione del territorio, attraverso il recupero di volumetrie esistenti e zone abbandonate, e la riduzione del rischio idrogeologico.
  • incremento dell’efficienza energetica nel patrimonio edilizio comunale, oltre alla realizzazione di impianti per produrre e distribuire energia da fonti rinnovabili (ad esempio sistemi fotovoltaici, piccoli impianti idroelettrici, mini pale eoliche, reti di teleriscaldamento con centrali a biomasse).
  • “messa in sicurezza degli edifici pubblici”, con particolare attenzione alle scuole e alle strutture socio-assistenziali

Le richieste di finanziamento dovranno essere nella forbice 100-400.000 euro.

Il tutto è partito in tempi molto rapidi: convenzione sottoscritta a inizio marzo, in Gazzetta a fine aprile e avvio delle domande dopo 15 giorni: dalle ore 9.00 del 13 maggio i Comuni interessati potranno procedere all’invio delle richieste. Saranno ammesse a finanziamento tutte le richieste, poste in ordine di invio fino al raggiungimento dell’importo assegnato per ciascuna Regione e Provincia autonoma prozac medication.

Anche in questo caso, quindi, i Comuni debbono imparare a tenere pronti i progetti: non c’è tempo altrimenti per poter partecipare a questi bandi.  In questo caso, ad esempio, tra i requisiti per l’accesso c’è anche da produrre una Relazione con allegati:
– la delibera di approvazione del progetto, redatto almeno a livello definitivo;
– il cronoprogramma dei lavori;
– il Quadro Economico dell’intervento, redatto ai sensi dell’art. 16 del D.P.R. n.207/2010
– Schema di disciplinare

.. insomma, documenti che per progetti da 100.000 euro non si possono produrre in 15 giorni o in 1 mese!

La grande sfida è quindi recuperare la capacità di progettare, altrimenti è impossibile cogliere le opportunità.