Categorie
Edilizia Efficienza e risparmio Kyoto Notizie Sviluppo locale

Fondo Kyoto: nuovi finanziamenti per efficienza nelle scuole

Il ministro dell’Ambiente Galletti ha firmato il decreto che riapre l’accesso ai finanziamenti agevolati del Fondo rotativo Kyoto, mettendo così a disposizione circa 250 milioni di euro per interventi di efficienza energetica nelle scuole.

Categorie
Notizie Sostenibilità

Un manuale da ENEA per prendere decisioni sostenibili

Pubblicato da ENEA un volume che si propone come un manuale di supporto alla decisione in materia di ambiente ed energia: non si tratta di un libro di soluzioni, ma di un testo dove il decision maker può trovare un aiuto nel caso in cui si tratti di prendere delle decisioni in materia di ambiente e di energia relative ad un territorio specifico.

I vari temi della sostenibilità sono infatti declinati e approfonditi, fornendo ai decisori un’inquadramento scientifico delle questioni, a supporto delle decisioni.

Quando si affrontano certi temi bisogna infatti partire da domande giuste: cosa si intende oggi per ambiente e sostenibilità, quale è lo stato delle risorse naturali, come l’uomo le ha trasformate a suo vantaggio, come ha occupato gli spazi, quali sono e saranno gli impatti sull’ambiente e, per finire, stabilire una buona agenda per il futuro. Queste domande corrispondono esattamente alle sei parti in cui è stato diviso e sviluppato il volume.

Il volume può quindi interessare anche quanti lavorano nell’ambito della informazione, ad esempio gli studenti che desiderano avvicinarsi a questi temi o i docenti che vogliano approfondire le proprie conoscenze sull’ambiente e sull’energia.

Categorie
Notizie Sostenibilità

Cento milioni per i Piccoli Comuni

Sottoscritta da ANCI e dal Ministero la convenzione per la gestione di cento milioni di euro in tre anni stanziati dal decreto Sblocca Italia, destinati ai centri con meno di 5.000 abitanti, in regola con i vincoli di finanza pubblica, per “nuovi progetti d’interventi” suddivisi in tre aree:

  • manutenzione del territorio, attraverso il recupero di volumetrie esistenti e zone abbandonate, e la riduzione del rischio idrogeologico.
  • incremento dell’efficienza energetica nel patrimonio edilizio comunale, oltre alla realizzazione di impianti per produrre e distribuire energia da fonti rinnovabili (ad esempio sistemi fotovoltaici, piccoli impianti idroelettrici, mini pale eoliche, reti di teleriscaldamento con centrali a biomasse).
  • “messa in sicurezza degli edifici pubblici”, con particolare attenzione alle scuole e alle strutture socio-assistenziali

Le richieste di finanziamento dovranno essere nella forbice 100-400.000 euro.

Il tutto è partito in tempi molto rapidi: convenzione sottoscritta a inizio marzo, in Gazzetta a fine aprile e avvio delle domande dopo 15 giorni: dalle ore 9.00 del 13 maggio i Comuni interessati potranno procedere all’invio delle richieste. Saranno ammesse a finanziamento tutte le richieste, poste in ordine di invio fino al raggiungimento dell’importo assegnato per ciascuna Regione e Provincia autonoma prozac medication.

Anche in questo caso, quindi, i Comuni debbono imparare a tenere pronti i progetti: non c’è tempo altrimenti per poter partecipare a questi bandi.  In questo caso, ad esempio, tra i requisiti per l’accesso c’è anche da produrre una Relazione con allegati:
– la delibera di approvazione del progetto, redatto almeno a livello definitivo;
– il cronoprogramma dei lavori;
– il Quadro Economico dell’intervento, redatto ai sensi dell’art. 16 del D.P.R. n.207/2010
– Schema di disciplinare

.. insomma, documenti che per progetti da 100.000 euro non si possono produrre in 15 giorni o in 1 mese!

La grande sfida è quindi recuperare la capacità di progettare, altrimenti è impossibile cogliere le opportunità.

Categorie
Energia Sviluppo locale

Politiche energetiche locali

Proponiamo un interessante compendio di azioni che si possono fare già oggi a livello locale per una maggiore efficienza energetica e per ottenere risparmi di energia.

Categorie
Sostenibilità

Rapporto Unioncamere su Imprese Coesive

Le “imprese coesive” crescono di più delle imprese tradizionali, lo dice il primo Rapporto Unioncamere.

Le  imprese coesive  sono quelle “legate al territorio e alla comunità perché sono radicate nel tessuto produttivo locale; perché investono nella tutela dell’ambiente, nella valorizzazione del capitale umano, nella solidarietà e nella cultura; perché condividono progetti col non profit; perché rafforzano i loro legami con le istituzioni territoriali, con il sistema bancario e con le associazioni di categoria“.

> Leggi il rapporto

Categorie
Sostenibilità Sviluppo locale

Disponibile il webinar “Fondi della Politica di Coesione 2014-2020 e Patto dei Sindaci in Italia”

E’ possibile visualizzare il webinar, promosso dal Covenant of Mayors, che ha discusso le opportunità offerte dai fondi della politica di coesione 2014-2020 per lo sviluppo delle politiche del Patto dei Sindaci in Italia, attraverso gli interventi dei seguenti relatori:webinarPdS

  • Cosimo Antoniaci – Esperto – Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica (DPS), ‘I fondi della Politica di Coesione 2014-2020 e le politiche energetiche a livello urbano’;
  • Antonio Sorgi – Direttore della Direzione Affari della Presidenza, Ambiente, Energia – Regione Abruzzo e Iris Flacco – Dirigente Servizio Politica Energetica, Qualità dell’Aria e SINA – Regione Abruzzo, ‘I fondi della Politica di Coesione 2014-2020 e il Patto dei Sindaci in Abruzzo’;
  • Daniela Ferrara – Collaboratore della Struttura di Coordinamento dell’Autorità di Gestione del POR FESR Emilia Romagna 2007-2013, Dipartimento Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo – Regione Emilia Romagna, ‘I fondi della Politica di Coesione 2014-2020 e il Patto dei Sindaci in Emilia-Romagna’

> vai al webinar

 

Categorie
Sostenibilità Studi e ricerche Sviluppo locale

Project financing, da ANCE le linee guida sulle convenzioni di concessione e gestione

lgANCEfttIl project financing (finanza di progetto) è un’operazione di tecnica di finanziamento a lungo termine attraverso la quale le Pubbliche Amministrazioni realizzano opere di pubblica utilità il cui onere finanziario è parzialmente o totalmente a carico del privato, sulla base di un piano finanziario in grado di garantire l’autofinanziamento dell’operazione stessa (art. 153 del Codice degli appalti).

Il coinvolgimento dei soggetti privati nella realizzazione, nella gestione e soprattutto nell’accollo totale o parziale dei costi di opere pubbliche (o opere di pubblica utilità) rappresenta la caratteristica principale del project financing.
La convenzione, cioè il contratto che lega le parti coinvolte per tutta la durata della concessione, gioca un ruolo fondamentale nelle operazioni di partenariato pubblico/privato.
È nel contratto, infatti, che deve essere definita, in modo inequivocabile, l’allocazione dei rischi tra le parti, unica condizione per una effettiva bancabilità dei progetti e per la tutela degli interessi dei contraenti e dei cittadini utenti, fruitori dei servizi.

L’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) ha pubblicato le linee guida sulle convenzioni con il fine di superare una delle principali criticità riscontrate nelle operazioni di project financing, che devono la loro elevata mortalità proprio alla sottoscrizione di contratti inadeguati, che generano spesso contenziosi che rallentano lo sviluppo delle iniziative e ne aggravano il peso economico.

Al fine di favorire la diffusione di contratti standardizzati che possano orientare gli operatori, le Linee guida recano una schematizzazione degli elementi essenziali, espressi in 23 clausole, che il contratto deve necessariamente contenere per una corretta regolamentazione dei rapporti tra le parti e un’adeguata allocazione dei rischi.

Questa notizia è stata tratta da: http://www.acca.it/biblus-net/

clicca qui per scaricare le Linee Guida ANCE alle convenzioni nel project financing

Categorie
Sostenibilità Sviluppo locale

Il pacchetto “appalti” Ue, le novità delle direttive 2014/23/Ue, 2014/24/Ue e 2014/25/Ue

Valorizzazione dei criteri ambientali e sociali negli appalti, ingresso dei sistemi di gestione ambientale, aggiudicazione secondo un criterio di “qualità/prezzo” che tenga conto del costo delle esternalità ambientali nell’intero ciclo di vita dei prodotti, rispetto della normativa ambientale tra i criteri di aggiudicazione.
E inoltre, procedure più flessibili, agevolazioni per le Pmi, codificazione della disciplina degli affidamenti “in house”, digitalizzazione delle procedure con il documento unico di gara europeo, spazio a una regolazione unica delle concessioni.

> leggi tutto su ReteAmbiente

Categorie
Sostenibilità Studi e ricerche

Guida ai contratti per riqualificare gli edifici pubblici

Una Guida ENEA-FIRE fa il punto sui contratti di prestazione energetica e il Finanziamento Tramite Terzi per progetti di efficienza nella Pubblica Amministrazione. Sarà presentata il 7 maggio nel convegno di Solarexpo, “EPC: i Contratti a prestazione garantite per la riqualificazione energetica di edifici e processi industriali”.

Linee_Guida_agli_EPC_definitivo

http://www.fire-italia.it/rds/2013-12_Linee_Guida_agli_EPC_definitivo.pdf

Categorie
Sostenibilità

Mayor Adapt: dal Patto dei Sindaci ai cambiamenti climatici

mayoradaptPresentata in data 19 marzo la nuova iniziativa europea che amplia l’esperienza del Patto dei Sindaci includendo le problematiche dei cambiamenti climatici.

L’iniziativa prevede l’introduzione delle problematiche e azioni di adattamento ai cambiamenti climatici, nel quadro del vigente Patto dei Sindaci, sulla base del successo del precedente progetto pilota ADAPT promosso dalla Commissione DG CLIMA, e col collegamento alla piattaforma online esistente, Clima -Adapt.

Il “lancio” ufficiale dell’iniziativa sarà a settembre, nel frattempo si sta costituendo il team e definendo gli strumenti di supporto: per maggiori informazioni seguite il sito ufficiale: mayors-adapt.eu