Categorie
Risorse idriche Sostenibilità

EIP Water lancia 16 nuovi Action Groups

Sedici nuovi Action Group sono stati selezionati dalla European Innovation Partnerhip sull’Acqua a monte della valutazione delle varie espressioni di interesse arrivate in risposta alla seconda Call lanciata per formare nuovi gruppi d’azione nel Partenariato europeo dell’Innovazione sull’Acqua (EIP – WATER) nell’ambito di Horizon 2020 di attività comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione.

Il partenariato “Water” mira ad accelerare lo sviluppo dell’innovazione nel settore idrico, contribuendo alla crescita sostenibile e all’occupazione.

Il piano non si limita a garantire una quantità sufficiente di acqua di buona qualità per soddisfare le esigenze della popolazione, dell’economia e dell’ambiente, ma serve a rafforzare il settore idrico europeo sui mercati globali, le cui dimensioni sono destinate a raddoppiare entro il 2030.

I 16 Action group lavoreranno su argomenti differenti raggruppabili però in 4 linee d’azione:

  • Quattro nuovi Gruppi di azione lavoreranno sui Sistemi di supporto alle decisioni (DSS) e monitoraggio, un crescente e molto promettente mercato globale con margini di profitto attesi del 8-11%
  • altri quattro Gruppi di Azione lavoreranno sui bisogni e sul mercato per una migliore gestione del rischio siccità e irrigazione, ad esempio in Europa meridionale
  • un nuovo gruppo sarà attivo invece sui grandi sistemi fotovoltaici di pompaggio per l’irrigazione per azzerare il consumo di energia e collocarsi in un mercato di tecnologie per l’irrigazione più efficienti
  • tre gruppi d’azione lavoreranno invece sul riutilizzo dell’acqua e sulle innovazioni legate al riciclaggio e del trattamento delle acque reflue con il recupero delle risorse.

Sempre sul tema risorse idriche, la Water JPI elaborerà una nuova versione dell’Agenda Strategica a giugno e sarà indirizzata alle sfide sociali europee sul tema acqua.

Per migliorare e promuovere la partecipazione pubblica sul processo decisionale, la Water JPI ha lanciato una consultazione aperta a tutti sulle linee d’azione da intraprendere.

E’ possibile mandare i propri contributi fino al 30 aprile, rispondendo al questionario sviluppato al link

http://trompeta.eead.csic.es/sria/1.0/

Categorie
Energia Eventi Risparmio ed efficienza Studi e ricerche

Le innovazioni del prossimo futuro. Tecnologie prioritarie per l’industria

AIRI – Associazione Italiana per la Ricerca Industriale – ed Innovhub Stazioni Sperimentali per l’Industria (SSI), hanno presentato il nuovo rapporto “Le innovazioni del prossimo futuro: Tecnologie prioritarie per l’industria” – ottava edizione (2012).

Categorie
Efficienza e risparmio Energia

Osservatorio Energy Management

Strategic MP, in collaborazione con Gruppo 24 ORE, ha condotto una ricerca per valutare lo stato dell’arte e l’evoluzione futura dell’Energy Management in Italia.

Sono disponibili gli atti del convegno “fare efficienza acquistando meglio”, contengono molti spunti interessanti per diversi settori, ne consiglio la lettura.

Categorie
Energia Solare

Fotovoltaico: 0,35 euro per watt per il film sottile

Il produttore svizzero di macchinari di produzione per il fotovoltaico OC Oerlikon Management AG ha annunciato che la propria linea di produzione per moduli fotovoltaici a film sottile consentiràla produzione di moduli a film sottile a un prezzo di 0,35 euro per watt, grazie a un aumento della capacità e a un nuovo reattore per la deposizione del silicio.

Categorie
Blue Economy Energia

Sensori di movimento

La buona pratica di questa settimana dell’iniziativa della Blue Economy riguarda i sensori di movimento.

Un gran numero di dispositivi che utilizziamo ogni giorno è dotato di sensori che rilevano i movimenti e sono in grado di attivare altre funzioni. Essi possono essere di dimensioni infinitesimali e possono ad esempio misurare la velocità,  l’accelerazione ed eventuali impatti al fine di attivare gli airbag delle automobili in caso di incidente. Nelle applicazioni scientifica servono, tra le altre cose, per la diagnosi precoce di terremoti o eruzioni vulcaniche.

I cosiddetti MEMS (Micro Electro-Mechanical Systems)  di fatto possono essere interpretati come un’applicazione in pieno spirito Blue Economy, perché permettono di sostituire “qualcosa” con “niente”. Per esempio, in un futuro prossimo potranno sostituire la batteria dei telecomandi: semplici gesti della mano saranno sufficienti per controllare il volume e cambiare i canali di un televisore.

Santosh Kumar, un giovane ingegnere indiano, ha combinato i MEMS con trasmettitori e giroscopi al fine di sviluppare dispositivi senza batteria che possono essere applicati ad oggetti di valore e possono, in caso di furto, trasmettere la posizione geografica dell’oggetto alla polizia. Dispositivi simili sono utilizzabili anche in medicina, per esempio durante il trattamento di persone dipendenti da sostanze, permettendo ai medici di riconoscere ed anticipare eventuali ricadute.

Categorie
Energia Nuove tecnologie

Quattro passi con l’energia…


Sul Corriere oggi in prima pagina la notizia di una sensazionale scoperta:

La corsa che carica… il cellulare – il “gallistano” nelle scarpe carica energia cinetica, che viene inviata attraverso il trasmettitore wireless nel tacco Il concetto è abbastanza semplice e le possibili applicazioni davvero infinite.

Categorie
Solare

Un albero di pannelli

Nei giorni scorsi è stata rilanciata in rete una notizia tipicamente “cool”: un ragazzino rivoluzione il settore del fotovoltaico studiando gli alberi e la seria di Fibonacci.

Purtroppo pare che i risultati della ricerca siano basati su considerazioni errate, ma sono stati ripresi e rilanciati da molti siti esteri ed italiani senza approfondimenti o una sorta di review.

Il buon quasi.dot ha fatto un ottimo lavoro di indagine e ha scovato una pagina che spiega in maniera semplice il tutto.

Il tutto confermato e validato (cioè sbugiardato) anche da Ugo Bardi

Buona lettura!

Categorie
Solare

Tutte le forme del fotovoltaico…

Oggi per caso mi sono imbattuto in alcuni prodotti estremamente innovativi.

Non ho ancora avuto abbastanza tempo per approfondire costi e difetti, ma li annoto qui a futura memoria:

  • fotovoltaico sferico – mi risultano almeno due prodotti disponibili, entrambi giapponesi: Clean Venture 21 e Kyosemi
  • fotovoltaico “3D” – recentemente un laboratorio di ricerca ha ottenuto delle efficienze pari all’80% con questa impostazione. In questo caso si tratta di ricerca pura, non dovrebbero esistere prodotti commerciali

Il settore è in gran fermento e le novità si susseguono a velocità impressionante, ma soprattutto si susseguono annunci sempre più sensazionali.

Il mondo ha bisogno di risposte concrete e utilizzabili in tempi brevi, vedremo se e quando ci sarà davvero una svolta non solo nei costi, ma anche nella tecnologia.

    Categorie
    Blue Economy In evidenza

    Blue Economy in pratica

    Segnalo un paio di cose interessanti sulla Blue Economy: mercoledì 19 maggio Gunter Pauli sarà a Milano e interverrà nell’ambito di un convegno proprio sulla Blue Economy.

    Recentemente su TED è stato reso disponibile l’intervento di Fiorenzo Omenetto, sul “futuro” della seta. Davvero molto Blue Economy!

    Categorie
    Energia

    Qualcosa di grosso bolle in pentola?

    In questi ultimi mesi sta suscitando molto interesse, soprattutto fuori dall’Italia, la tecnologia E-Cat messa a punto da un team di italiani, che sembrerebbe essere davvero la Fusione Fredda che tutti attendiamo.

    Si tratta di Sergio Focardi, professore emerito di fisica all’Università di Bologna, e Andrea Rossi, ingegnere, che sotto la supervisione dell’Università di Bologna stanno testando l’invenzione.

    Sul blog 22 passi è riportato un interessante resoconto di un recente approfondimento da parte di scienziati svedesi sulla tecnologia in questione, che approvano e validano con cauto ottimismo la scoperta.

    “La mia convinzione che ci sia uno sviluppo di energia ben superiore a quanto sarebbe da aspettarsi è stata rafforzata in modo significativo, in quanto ho avuto occasione di vedere il processo personalmente ed effettuare le misure

    “Tutto ciò che abbiamo trovato finora collima. Non vi è niente che dia l’idea di essere strano. Tutte le persone coinvolte sembrano oneste e competenti

    UPDATE: Sembra la cosa si stia molto ridimensionando, per la fusione fredda dovremo attendere ancora un pò…