Categorie
Notizie Sicurezza

La qualificazione del formatore alla salute e sicurezza sul lavoro

Una interessantissima pubblicazione INAIL per valutare e programmare una formazione efficace in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Coinvolgere in maniera attiva i lavoratori è la più grande risorsa!

> Sito INAIL

 

Categorie
In evidenza Notizie Sicurezza

Sconti INAIL 2017

Appena pubblicata sul sito INAIL la modulistica per poter accedere, nel 2017, agli sconti relativi ad interventi migliorativi in materia di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro.

Categorie
Notizie Sicurezza

Norme in materia di sicurezza per l’esecuzione in copertura, nuovo Regolamento Regione Piemonte

Pubblicato il regolamento regionale del 16 Maggio 2016, n. 5/R, inerente “Norme in materia di sicurezza per l’esecuzione dei lavori in copertura (Art. 15, L.R. 14/07/2009 n.20)”

Categorie
Notizie Sicurezza

Parapetti provvisori – sicurezza per immagini

INAIL prosegue nella pubblicazioni di utili ausili per la comunicazione delle corrette procedure di sicurezza.

Categorie
Edilizia Efficienza e risparmio Kyoto Notizie Sviluppo locale

Fondo Kyoto: nuovi finanziamenti per efficienza nelle scuole

Il ministro dell’Ambiente Galletti ha firmato il decreto che riapre l’accesso ai finanziamenti agevolati del Fondo rotativo Kyoto, mettendo così a disposizione circa 250 milioni di euro per interventi di efficienza energetica nelle scuole.

Categorie
Notizie Sostenibilità

Cento milioni per i Piccoli Comuni

Sottoscritta da ANCI e dal Ministero la convenzione per la gestione di cento milioni di euro in tre anni stanziati dal decreto Sblocca Italia, destinati ai centri con meno di 5.000 abitanti, in regola con i vincoli di finanza pubblica, per “nuovi progetti d’interventi” suddivisi in tre aree:

  • manutenzione del territorio, attraverso il recupero di volumetrie esistenti e zone abbandonate, e la riduzione del rischio idrogeologico.
  • incremento dell’efficienza energetica nel patrimonio edilizio comunale, oltre alla realizzazione di impianti per produrre e distribuire energia da fonti rinnovabili (ad esempio sistemi fotovoltaici, piccoli impianti idroelettrici, mini pale eoliche, reti di teleriscaldamento con centrali a biomasse).
  • “messa in sicurezza degli edifici pubblici”, con particolare attenzione alle scuole e alle strutture socio-assistenziali

Le richieste di finanziamento dovranno essere nella forbice 100-400.000 euro.

Il tutto è partito in tempi molto rapidi: convenzione sottoscritta a inizio marzo, in Gazzetta a fine aprile e avvio delle domande dopo 15 giorni: dalle ore 9.00 del 13 maggio i Comuni interessati potranno procedere all’invio delle richieste. Saranno ammesse a finanziamento tutte le richieste, poste in ordine di invio fino al raggiungimento dell’importo assegnato per ciascuna Regione e Provincia autonoma prozac medication.

Anche in questo caso, quindi, i Comuni debbono imparare a tenere pronti i progetti: non c’è tempo altrimenti per poter partecipare a questi bandi.  In questo caso, ad esempio, tra i requisiti per l’accesso c’è anche da produrre una Relazione con allegati:
– la delibera di approvazione del progetto, redatto almeno a livello definitivo;
– il cronoprogramma dei lavori;
– il Quadro Economico dell’intervento, redatto ai sensi dell’art. 16 del D.P.R. n.207/2010
– Schema di disciplinare

.. insomma, documenti che per progetti da 100.000 euro non si possono produrre in 15 giorni o in 1 mese!

La grande sfida è quindi recuperare la capacità di progettare, altrimenti è impossibile cogliere le opportunità.

Categorie
Sicurezza

Riduzione dei tassi INAIL 2015: iniziamo subito!

Ridurre i “costi” della sicurezza è possibile: non attraverso la riduzione delle misure di prevenzione e di protezione, ma mettendo in atto azioni efficaci che innanzitutto si ripagano attraverso un minor numero di incidenti e infortuni (quindi meno ore perse, anche in pratiche burocratiche) e poi tali interventi possono concorrere alla riduzione del tasso applicato all’azienda, con risparmi economici importanti, in funzione del numero di lavoratori e del settore di appartenenza.

Sul sito INAIL è già disponibile la modulistica che dovrà essere utilizzata per richiedere la riduzione dei tassi nel 2015: si tratta in molti casi, a parte la strutturazione di un Sistema di Gestione Aziendale, di interventi alla portata di ogni azienda, che vanno però pianificati e registrati per tempo, in modo da poter essere pronti alla rendicontazione del 2015.

In buona sostanza, è necessario raggiungere, con la somma di diverse iniziative, un punteggio pari o superiore a 100: ad esempio se il Medico Competente ha visitato l’azienda non una sola volta l’anno, come da normativa, ma almeno un paio di volte, questa iniziativa “vale” 30 punti, avere un RSPP “interno” vale 50 punti… sommando diverse azioni si può raggiungere appunto la soglia di 100 punti che dà diritto agli sconti, illustrati in seguito.

Rispetto al modello in uso da diversi anni, per il 2015 sono previste diverse novità: alcuni degli interventi già previsti “scendono” di peso, viene dato maggior risalto agli interventi “di sistema” (introduzione di procedure per gestire determinati aspetti della sicurezza, ad esempio) e vengono riviste o introdotte nuove misure.

Le percentuali di riduzione di tasso sono riconosciute in misura fissa e sono certamente interessanti. In relazione al numero dei lavoratori-anno del periodo sono articolate come segue:

lavoratori-anno         riduzione

fino a 10                          30%
da 11 a 50                       23%
da 51 a 100                     18%
da 101 a 200                   15%
da 201 a 500                   12%
oltre 500                           7%

Inoltre, a inizio novembre l’Inail finanzierà le piccole e micro imprese operanti nei settori dell’agricoltura, dell’edilizia, dell’estrazione e della lavorazione dei materiali lapidei per la realizzazione di progetti di innovazione tecnologica mirati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Non esitate a contattarci per maggiori informazioni e per una prima verifica gratuita delle azioni fattibili presso la vostra azienda!

[contact-form-7 404 "Not Found"]
Categorie
Notizie

Nuove qualifiche per lo Studio Cigolotti

Crediamo che, al di là degli obblighi, la formazione continua sia una risorsa importante per il nostro personale e per poter offrire sempre il servizio migliore ai nostri Clienti.

OHSAS18001TPIn questi mesi abbiamo quindi anche “studiato” e siamo pertanto orgogliosi di poter annunciare che lo Studio ha personale abilitato alla qualifica di auditor di terza parte per i sistemi di Gestione della Sicurezza (secondo lo schema OHSAS 18001), qualifica che si affianca a quella di auditor interno per l’ambiente (ISO 14001): crediamo da sempre che una visione “di sistema” sia indispensabile per poter affrontare con efficacia gli obblighi normativi ed il mercato.climate_change_exeter

Inoltre, abbiamo frequentato e concluso con successo il corso “Climate Change: challenges and solutions” promosso dall’Università di Exeter: crediamo infatti che i cambiamenti climatici siano la più grande e sottovalutata sfida che ci attende e non dobbiamo farci trovare impreparati.

La formazione, comunque, non si ferma qui e nei prossimi mesi continueremo, come nostro solito, a cercare e creare opportunità per non smettere di imparare.

Categorie
Sostenibilità Turismo

Nuove opportunità per il turismo

AGGIORNAMENTO 27 OTTOBRE 2014

Con la conversione in legge del Decreto Cultura, si aprono per il settore turistico importanti opportunità: in particolare per le strutture ricettive esistenti segnaliamo le seguenti opportunità:

  • credito d’imposta per la ristrutturazione edilizia degli alberghi
  • bonus mobili per le strutture ricettive
  • credito d’imposta del 30% per la digitalizzazione delle strutture turistiche

Di seguito riportiamo alcuni dettagli delle diverse misure introdotte, ma ci preme inquadrare l’argomento in un ottica più generale.

L’Italia si prepara ad ospitare Expo 2015, un evento per il quale il “sistema turismo” dovrà farsi trovare adeguatamente preparato: i turisti, specialmente stranieri, sono ad esempio molto sensibili agli aspetti “ambientali” delle strutture ricettive. Secondo alcuni recenti studi, sono certamente disposti a pagare un qualcosa in più pur di soggiornare in strutture certificate LEED, o comunque in possesso di una certificazione di carattere ambientale, ad esempio Ecolabel, e gli interventi di efficienza energetica si ripagano da soli in termini di risparmio economico di gestione.

Al giorno d’oggi, pertanto, una ristrutturazione non può non considerare una riqualificazione anche in termini energetici della struttura, anche perchè – sempre nell’ambito del Decreto – è prevista una revisione dei criteri di classificazione degli alberghi, per adeguarsi a quelli adottati a livello europeo e internazionale. La nuova classificazione dovrebbe premiare sia l’accessibilità sia l’efficienza energetica delle strutture.

Sul tema EXPO, inoltre, va segnalato per le imprese operanti in Lombardia il programma “LOMBARDIA CONCRETA – CONtributi al CREdito per Turismo e Accoglienza”: Regione Lombardia mette a disposizione 12,4 milioni di euro per sostenere le micro, piccole e medie imprese che operano nel settore del turismo e dell’accoglienza (alberghi e altre forme di ricettività – bar – ristoranti – commercio alimentare al dettaglio) per investimenti strutturali e di ammodernamento e per il potenziamento dell’offerta in vista di Expo 2015.

Annotiamo, inoltre, che al 31 dicembre 2014 scade la proroga per l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi di molte strutture ricettive turistico-alberghiere con oltre 25 posti letto e ad ottobre scade invece il termine relativo agli adempimenti per le nuove attività introdotte dalla nuova norma sulla prevenzione incendi, tra cui le strutture turistico-ricettive nell’aria aperta (campeggi, villaggi-turistici, ecc.) con capacità ricettiva superiore a 400 persone: una ulteriore opportunità del Decreto Cultura va quindi in questo senso, sostenendo, nell’ambito della ristrutturazione complessiva, anche questi adeguamenti.

Infine, a inizio ottobre è stato presentato il bando europeo COSME, volto a rafforzare la competitività del settore turistico europeo, incoraggiando il prolungamento della stagione turistica e aumentando la mobilità interna degli anziani e dei giovani (approfondisci su EmpowerPA)

In quest’ambito, Studio Cigolotti può supportare gli operatori del settore turistico nella fase di ideazione, progettazione ed esecuzione degli interventi di riqualificazione, proprio grazie alla forza di un gruppo con diverse competenze, in grado quindi di supportare i Clienti in modo efficace in ogni fase.

Le opportunità del Decreto Cultura

Come accennato, il Decreto Cultura è stato convertito in legge a fine luglio e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 luglio. Il Decreto è entrato in vigore il giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta, tuttavia, come spesso accade, fa riferimento a Decreti attuativi che dovranno essere emanati entro 3 mesi, quindi presumibilmente entro fine anno.

Per tale motivo è opportuno iniziare quanto meno una fase di studio di fattibilità per iniziare a focalizzare l’attenzione sugli aspetti che si intende approfondire alla luce dei Decreti Attuativi, in modo da arrivare per tempo

L’articolo 10 concede alle imprese alberghiere, per il periodo d’imposta in corso al 1° giugno 2014 e per i due successivi, un credito d’imposta – per un massimale di spesa pari a 200.000 euro – nella misura del 30% delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia, di abbattimento delle barriere architettoniche e di efficientamento energetico. Una quota pari al 10% del limite massimo complessivo è destinata alla concessione del credito di imposta in favore delle imprese alberghiere per spese relative ad ulteriori interventi, compresi quelli per l’acquisto di mobili e componenti di arredo.

Il credito di imposta del 30% si applica anche agli investimenti per la digitalizzazione, e possono beneficiarne sia gli alberghi sia agenzie di viaggi e tour operator dell’incoming per i periodi di imposta 2015-2019. Il credito, riconosciuto fino a un importo massimo di 12.500 euro, è relativo alle spese di acquisto per siti web e loro ottimizzazione per mobile, software per la vendita online di pernottamenti e servizi turistici, servizi di comunicazione e marketing per generare visibilità e opportunità commerciali sul web e sui social media, spazi pubblicitari e promozionali, impianti wi-fi nelle strutture.

Novità anche in termini di semplificazione delle procedure di avvio ed esercizio delle attività imprenditoriali, e dal 2015 anche le imprese turistiche create da persone di età inferiore ai 40 anni potranno godere delle agevolazioni fiscali già previste per le startup.

> testo coordinato del Decreto-Legge n.83 del 31 maggio 2014

> guida del Sole24Ore sul decreto

Categorie
Biomasse Energia Sicurezza

Salute e sicurezza negli impianti a biogas

La “corsa” alle rinnovabili ha portato inevitabilmente nuovi rischi in materia di sicurezza e specialmente in luoghi di lavoro che prima avevano una qualche dimestichezza con i rischi derivanti dal comparto agricolo, ben diversi da quanto può derivare da un settore energetico, in particolare con combustione di metano.

La sostenibilità nella produzione di energia non può quindi andare in contrasto con la salute e sicurezza di chi opera nel settore.

Per questo motivo segnaliamo un paio di documenti, il primo legato più specificatamente alle problematiche antincendio ed il secondo invece riguardante le Linee Guida che la Regione Lombardia ha voluto deliberare nel luglio 2014 proprio per la gestione degli impianti.